toggle
TDT-Bioart

Progetto TDT-BioArt : Tecniche innovative per la Diagnosi ed il Trattamento di BIOdeteriogeni in ambito ARTistico e Archeologico

Realizzato con il sostegno economico della Regione Toscana, nell’ambito del Bando Regionale POR FESR 2007 - 2013 ATTIVITA' 1.1 LINEE D'INTERVENTO D

Il progetto ha come obiettivo generale l’individuazione di metodologie innovative di diagnosi ed intervento da applicare al settore della “conservazione dei beni culturali”, aventi le due principali prerogative richieste in questo settore: la non invasività/aggressività e nel contempo l’efficacia di trattamento.

 

Guarda il video

 

Il progetto TDT-BioArt è consistito in uno studio di fattibilità per la messa a punto di metodologie innovative di intervento nell’ambito della conservazione dei beni culturali, in particolare per quanto riguarda il problema del biodeterioramento, con l’obiettivo finale di costituire una rete europea finalizzata alla predisposizione di un progetto di ricerca transnazionale per la definizione di protocolli unitari di intervento sulle opere d’arte, basati sulle migliori tecnologie disponibili (BAT) e sulle eccellenze di know-how in questo settore.

In particolare, il progetto TDT-BioArt è andato a verificare le potenzialità e l’applicabilità di nuove metodologie nei due principali momenti di cura di un opera d’arte: la diagnosi di un eventuale danno/problema (in particolare quelli provocati da biodeteriogeni), ed il successivo trattamento di intervento conservativo sull’opera.

Per quanto riguarda la diagnostica, alla quale si richiede di evidenziare in modo precoce e tempestivo e al contempo non invasivo eventuali problematiche di conservazione, il progetto TDT-BioArt ha eseguito uno studio di fattibilità per il trasferimento di tecniche basate su fluorescenza indotta da laser (tecnica LIF), ed in particolare della tecnica lidar a fluorescenza, alla diagnosi precoce di colonizzazioni di biodeteriogeni su pareti di interesse artistico ed archeologico. A tal fine sono state effettuate due tipi di indagine:

1) una valutazione preliminare degli effetti della radiazione laser a bassa fluenza su varie tipologie di substrati di interesse artistico (es. affreschi e pitture murali);

2) misure di fluorescenza effettuate su substrati tipici con colonie di biodeteriogeni e finalizzate a una valutazione della trasferibilità della tecnica di telerilevamento lidar a fluorescenza - già utilizzata con successo per la rivelazione di biodeteriogeni su monumenti in esterno - alla diagnosi in remoto di pareti di interesse artistico di grandi dimensioni, anche in presenza di luce solare.

Rispetto alla fase di intervento su un’opera d’arte, il progetto TDT-BioArt ha studiato metodi innovativi per il trattamento di agenti biodeteriogeni mediante irraggiamento con microonde, valutando sia l'effetto dell'assorbimento di energia a microonde mediante modelli elettromagnetici e termici sia la fattibilità del trasferimento di una metodologia a microonde, già utilizzata con successo per la disinfestazione da insetti di manufatti artistici in legno, al trattamento di agenti biodeteriogeni su materiali lapidei di interesse artistico.

Regione Toscana

CE

BANDO REGIONALE 2008 PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA CONGIUNTI TRA GRUPPI DI IMPRESE E ORGANISMI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIOECONOMICHE E UMANE.

 


 

Aziende Partner

Archa

Faberestauro

Elab Scientific

ICV

Laboratori Archa Srl Faberestauro

Elab Scientific

ICVBC - CNR

OPD

IFAC

con la collaborazione di:

SCIBEC-DCCI-UNIP

DCCI-SCIBEC

Opicificio Pietre dure IFAC - CNR